L’importanza degli audiolibri per l’accesso alla cultura

Da oggi in Puglia un nuovo servizio in favore dei cittadini con difficoltà di lettura.

Presso l’Unione Italiana dei ciechi e degli ipovedenti – Onlus Consiglio Regionale della Puglia è attivo  il Centro Regionale dell’Audiolibro, istituito con Legge Regionale 6 febbraio 2013, n. 7 art. 21.

Il Centro Regionale dell’Audiolibro è un servizio che la Regione Puglia offre ai non vedenti o ipovedenti e a tutti i cittadini pugliesi e stranieri residenti nel territorio pugliese che hanno difficoltà di lettura, per il tramite dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus Consiglio Regionale Pugliese, e le cui attività sono sottoposte alla vigilanza dell’Assessorato Regionale al Welfare.

Il Centro regionale dell’audiolibro offre inoltre i propri servizi a istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, università, biblioteche pubbliche e private, strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie, ASL, enti locali, istituti specializzati all’assistenza di disabili, associazioni di famiglie e organizzazioni di volontariato.

L’obbiettivo  principale è promuovere  le tradizioni e la cultura accessibile, con funzioni didattiche e di scambio intergenerazionale.

Presso il Centro Regionale dell’Audiolibro viene effettuata la produzione e la distribuzione degli audiolibri di primo e secondo livello.

Il nuovo servizio costituirà per i disabili visivi pugliesi e non solo uno strumento aggiornato per il perseguimento delle pari opportunità nell’accesso alla cultura e alla informazione. Ai sensi del DPR 68/2003, che ha, fra l’altro, inserito nella legge sul copyright (Legge 22/1941) l’art. 71-bis, del servizio potranno avvalersi, oltre alle persone con disabilità visiva, anche gli anziani con problemi di vista, gli affetti da dislessia e coloro che presentano gravi difficoltà motorie; infatti, il citato DPR 68/2003 ha recepito la normativa europea in materia di copyright.

L’importanza dell’audiolibro cresce ogni giorno di più, anche perché gli anziani, che fortunatamente riescono a vivere a lungo, spesso perdono la vista o presentano difficoltà a leggere.

L’audiolibro dà un senso di vicinanza al testo che la lettura potrebbe non dare. Nel passato i poemi e i libri venivano declamati dall’autore o da gente che li aveva imparati a memoria. Nella nostra cultura, fino agli inizi del secolo scorso, era consuetudine nelle famiglie che si leggessero i libri ad alta voce. Era un rito che, insieme a quello della recita del rosario, accomunava i membri della famiglia ed era poi spunto di conversazione e riflessioni.

Oggi gli audiolibri aiutano enormemente i soggetti con disabilità. Si sta sempre più rivolgendo a moltissime altre categorie di persone che, a causa dei più disparati motivi, non sono in grado di leggere in modo autonomo: persone anziane, ammalati di Parkinson, Sclerosi Multipla e Sla, ragazzi down e persone dislessiche, persone ospedalizzate o in terapie prolungate.

La lettura è un diritto di tutti ed è essenziale per lo sviluppo della capacità critica dell’individuo.

Il servizio è gratuito e per accedere le persone interessate devono compilare una domanda d’iscrizione redatta sull’apposito modulo che viene fornito dal Centro.

Per ulteriori  informazioni rivolgersi a Unione Italiana dei ciechi e degli ipovedenti – Consiglio Regionale della Puglia
telefono 080 5424341
email: uicpugl@uiciechi.it.

Font
Colori

Questo sito utilizza cookie per un corretto funzionamento (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore. Cookie policy