Storia di una capinera

A causa dell’epidemia di colera che nel 1854 investe la città di Catania, Maria lascia il convento nel quale vive reclusa dall’età di sette anni in seguito alla morte della madre. Maria ospitata per alcuni mesi in una casetta di campagna posta sul pendio di Monte Ilice, dove anche il padre si è rifugiato insieme con la seconda moglie e i due nuovi figli. Nella fitta corrispondenza che intrattiene con Marianna, l’amica che tornata a sua volta a casa decide di non fare più ritorno tra le mura claustrali, la giovane educanda si rivela felice di assaporare il gusto a lei fin d’ora ignoto della libertà, della convivenza famigliare, della luminosa vita che si conduce all’aria aperta. Maria prende a frequentare i Valentini, anch’essi trasferitisi a Monte Ilice per sfuggire al morbo. Stringe amicizia con la loro secondogenita Annetta e, a poco a poco, il suo cuore diviene preda di un sentimento d’amore per il figlio maggiore Nino che la esalta e la smarrisce. La matrigna decide allora di segregarla in casa, dove la ragazza piomba in uno stato di profonda depressione e poi, rientrato l’allarme del colera, di tornare a chiuderla contro il suo volere in convento. Lo scambio epistolare con Marianna che continuerà a filtrare di nascosto dalla gabbia, darà conto del peggioramento dello stato di salute della povera “capinera”…

  • Genere: Romanzo
    Autore: Verga Giovanni
    Livello di lettura: Secondo
    Dimensioni: 100.08 MB
    Tempo di lettura: 04:10:00
    Formato file: mp3 + Daisy
Per scaricare il file devi essere registrato ed effettuare il login.